De Fusco R.

Op. cit. 161

G. D’Amato, R. De Fusco La metodologia circolare della progettazione in architettura; L. Coccia Aldo Rossi. Topografia urbana; N. Galvan Artisti italiani e realtà sociale nel secondo dopoguerra; M.G. Mancini La rivista «October»: novità metodologiche e crisi di un paradigma
I. Forino Il design (morale) dell’ordine; Dario Russo Ernesto Basile Dall’architettura d’interni all’industrial design Davide Turrini Enzo Mari. Opera, multiplo, serie – Libri, riviste e mostre

Editoriale

«Op cit» compie cinquant’anni, una sorta di record date le condizioni difficili della pubblicistica sull’arte, l’architettura e il design; ai fini di ricordare e di continuare possibilmente il percorso del periodico, è utile riprendere alcuni punti dell’editoriale che scrivemmo nel primo numero uscito nel settembre del 1964. In esso si leggeva:

«Il programma di questa rivista è di offrire una selezione della critica d’arte figurativa contemporanea. Intendiamo per selezione non una scelta esaustiva di tutto quanto si pubblica intorno alle arti visive – cómpito per il quale non siamo sufficientemente attrezzati – ma una esposizione dell’attività critica, soprattutto metodologica, ottenuta mediante l’esame di alcuni temi di maggiore interesse attuale.

Continua a leggere

Op. cit. 149

Sergio Pone, Sofia Colabella, Maker; Renato De Fusco, La finzione in architettura; Gaia Salvadori, L’impegno pubblico degli artisti in Olanda, oltre “il tempo dei manifesti”; Alessandra Troncone, Se la critica entra in crisi: il dibattito del ventennio ’60-’70.

Libri, riviste e mostre a cura di: Michela Bassanelli, Jacopo Leveratto, Alessandro Rocca, Raffaella Rosa Rusciano – Le pagine dell’ADI

OpCit_149_14_cover

Op. cit. 145

Renato De Fusco, Che cos’è la critica?; Olga Scotto di Vettimo, L’arte e la comunicazione dell’arte nell’era digitale; Giorgio Pigafetta, Quale storiografia per quale storia? Dalla storia universale alla scomparsa dell’Icar 18; Pasquale Belfiore, Edoardo Persico e il labirinto di Camilleri

Libri, riviste e mostre a cura di: Micaela Bassanelli, Jessica Bianchera, Francesca Lanz, Cettina Lenza, Jacopo Leveratto – Le pagine dell’ADI

OpCit_145_12_cover

Op. cit. 130

Renato De Fusco, Architettura, arte applicata; Dario Russo, Nuova galassia tipografico-digitale; Barbara Aniello, L’iconografia dell’estasi; Alba Cappellieri, Quando i designer erano architetti

130001

Op. cit., 125

Renato De Fusco, Arbitrarietà e norma nella progettazione; Cesare De Seta, Maniera e artifici per narrare l’arte; Giovanni Cutolo, Design: dalla produzione al mercato; Imma Forino, Panorami domestici, fra utopie moderne e visioni contemporanee

cover002

Op. cit., 124

Alessandra De Martini, Ragionamenti sulla architettura; Renato De Fusco, Il design per il marketing; Guido Bartelli, Annamaria Sandonà, La Biennale di Venezia tra dislocazione e direzione manageriale; Stefano Bulgarelli, Ragghianti e il linguaggio visivo

cover005

Op. cit., 123

Livio Sacchi, Il longevo eclettismo di Philip Johnson; Barbara Aniello, L’arte di oggi. Oggi, l’arte?; Renato De Fusco, Design: gli oggetti a più funzioni

img001

Op. cit., 122

Renato De Fusco, L’architettura delle 4 avanguardie; Giorgio Pigafetta, Le icone trasparenti e il museo della storia; Giovanni Cutolo, Design: la legge distributiva 1101

img003

Op. cit. 121

La rivista compie 40 anni: in questo numero alcuni dei suoi testi migliori
Renato De Fusco, Editoriale; Giulio Carlo Argan, Rosario Assunto, Bruno Munari, Filiberto Menna, Design e mass media [02, gennaio 1965]; Renato De Fusco, Utilità storiografica di una dicotomia linguistica [20, gennaio 1971]; Daniela del Pesco, Mariantonietta Picone, Note sull’arte concettuale [25, settembre 1972]; Mariella Utili, Sul concetto di gusto [42, maggio 1978]; Livio Sacchi, La crisi dell’architettura: un’autocritica [95, gennaio 1996]

img005